La Divina Parola
Daniele Albatici
 La Divina Parola

La Divina Parola

Mostra di Daniele Albatici Sala Pertini, Santa Sofia (Forlì) 21 agosto 5 settembre 2015 Si svela piano piano Daniele Albatici. Una vita come docente al Liceo artistico di Ravenna ad insegnare scultura, studi all'Istituto d'Arte per il Mosaico di Ravenna e poi all'Accademia delle Belle arti di Bologna, pittore, cantautore e appassionato delle colline e delle montagne del forlivese dove si reca spesso e dove vive lunghi periodi immerso nei silenzi dell'Appennino tosco-romagnolo. I suoi luoghi magici a Giunchedi, in località Spescia – Camposonaldo, a Corniolo, a Collina di Civitella, passando per Premilcuore e l'Acquacheta. Albatici l'ho conosciuto di recente dopo una sua telefonata che preannunciava l'apertura il 21 agosto della sua mostra al centro culturale Pertini di Santa Sofia dedicata ai 750 anni della nascita del sommo poeta con la richiesta di una mia presentazione al dépliant della mostra stessa. Ci siamo incontrati, annusati e piano piano l'artista ravennate si è svelato, almeno un po'. Poi la comune passione per Dante e l'Appennino ha fatto il resto. Albatici è un artista a tutto tondo, un pittore vero con sensibilità dichiarate che rimandano non solo ai suoi studi, ma alle letture e all'ascolto delle lecturae Dantis che a Ravenna vantano autori come don Giovanni Mesini, Vittorio Sermonti e ultimamente padre Alberto Casalboni. Come scrive infatti il presidente del comitato ravennate della Società Dante Alighieri Franco Gàbici estimatore da sempre del nostro: “Albatici ha sempre seguito le letture di padre Casalboni e ha dichiarato espressamente che i suoi lavori sono il frutto di quelle lezioni e dimostrano la vitalità del messaggio dantesco che, grazie ad artisti come Albatici, esce dalle pagine dei libri per farsi immagine e comunicazione”. Ma vediamoli questi lavori sugli episodi della Divina Commedia tradotti in 20 quadri di grandi dimensioni a cui si aggiungeranno opere di grafica a matita e a carboncino senza contare che nell'itinerario della sua esposizione è contemplata anche una visita ai quattro dipinti eseguiti al santuario della Madonna degli Occhi di Collina di Pondo. Di getto vedendo le sue opere ho pensato all'americano Edward Hopper anche se Albatici si riconosce nel lascito artistico soprattutto di Rembrandt e Caravaggio e non ci sono le solitudini del pittore statunitense nelle sue opere e quasi si scusa di avere pronunciato solo il nome di questi sommi geni della storia dell'arte. Ma i suoi quadri riescono molto bene a rappresentare la Divina Commedia per immagini, dalla visione di S. Romualdo ravennate e fondatore dell'ordine camaldolese, all'albero della conoscenza' del 2009 (matita su carta) che gli è costata 25 giorni di lavoro, alle rappresentazioni di Caronte, Lucifero, Paolo e Francesca, passando per S. Francesco, personaggio da lui particolarmente amato, fino alla raffigurazione delle 70 figure degli avari e dei prodighi e alla 'rosa mistica'. Un itinerario in immagini coinvolgente per il visitatore che lo indurrà a riprendere in mano la Divina Commedia e a rileggersi le terzine immortali conosciute in tutto il mondo. Santa Sofia 2015 Oscar Bandini



Oscar Bandini


Una testimonianza per Albatici ( per cognome, come usa ed usava la mia generazione)  (Giuliano Babini - Ravenna, febbraio 2011 )

Da una lettera personale  (Padre Bernardino Cozzarini, Monaco Camaldolese - Camaldoli 15-3-2010 )

Da una pubblicazione di Flavio Montelli  (Flavio Montelli - Ravenna 2006 )

Daniele Albatici  (Marco Vallicelli - Forlì, novembre 2011 )

La “novità” pittorica di Daniele Albatici  (Vittoria Palazzo - Milano 1981 )

“La Divina Parola” Immagini  (Franco Gabici - Ravenna, 2013 )

“La Divina Parola” Immagini  (Padre Alberto Casalboni (Frate Francescano dell’Ordine dei Cappuccini, fa pubbliche letture settimanali della Divina Commedia a Ravenna) - Il Risveglio del 25-4-2013, Ravenna )

Le donne nella Bibbia e nella Commedia: Cenni. Le donne in Daniele Albatici  (Padre Alberto Casalboni (Frate Francescano dell’Ordine dei Cappuccini, fa pubbliche letture settimanali della Divina Commedia a Ravenna) – Introduzione a “La Divina Parola” Immagini - Mostra di Daniele Albatici Ravenna 2013 )

Chi è costui che sanza morte va per lo regno de la morta gente?  (Inferno, canto 8, versi 84-85 )

La Divina Parola  (Oscar Bandini )

Daniele Albatici, un artista tra Realtà e Fantasia.  (Introduzione di Franz Dudenhöffer, Direttore della Städt. Galerie Speyer )


(C) Studio Piantoni
Home